Cosa mettere nei cassonetti dell’indifferenziata.

19 Giu 2020

Cosa mettere nei cassonetti dell’indifferenziata.

Se vogliamo raggiungere grandi traguardi è necessario compiere precise azioni ogni giorno, in maniera costante e corretta.

Specialmente quando si parla di raccolta dei rifiuti e di salvaguardia dell’ambiente, quest’ultima infatti parte anche dalle nostre case grazie alla raccolta differenziata.

Per questo motivo, soprattutto per non vanificare i nostri sforzi, è indispensabile sapere come fare correttamente la raccolta differenziata anche perché se sbagliamo a farla rendiamo difficile tutto il processo di gestione dei rifiuti e di riciclaggio.

L’errore che spesso commettiamo tutti è quello di buttare nei bidoni di carta, palstica e vetro rifiuti che invece non vanno gettati lì, ma nel contenitore dell’indifferenziata.

Ma cosa dev’essere conferito nell’indifferenziata? Scopriamolo insieme…
 

Cosa buttare nell’indifferenziata?

Nell’indifferenziata ci finiscono tutti i rifiuti che non trovano collocazione negli altri bidoni e che sostanzialmente non possono essere riciclati. Quì finiscono oggetti come le gomme da masticare, escrementi di animali, lettiere, ossi oppure contenitori di carta ma sporchi di cibo e giocattoli in plastica.

Facciamo degli esempi concreti per capire meglio cosa gettare in questi cassonetti e non farci tranne in inganno dai materiali con cui sono fatti.

Indifferenziata Plastica

Ecco gli oggetti di plastica che devono essere buttati nell’indifferenziata:

  • tutti gli oggetti di plastica che non possono essere riciclati perché sporchi di cibo o di detersivo;
  • i contenitori di plastica spessa o rigida come sedie e/o utensili;
  • tutti gli oggetti di cancelleria che hanno un involucro di plastica come le biro;
  • piatti, posate e bicchieri monouso che sembrano di plastica ma in realtà sono di materiale biodegradabile;

Indifferenziata Vetro

Non vanno inseriti nei bidoni dedicati alla raccolta del vetro i seguenti oggetti:

  • barattoli o vasetti di vetro con residui di cibo o altri alimenti
  • addobbi di Natale
  • lampadine per le lampade di casa o per i fanali delle auto
  • specchi e cristalli

Indifferenziata Carta

Non fatevi tratte in inganno: la carta trattata non va gettata nella raccolta differenziata ma bensì nell’indifferenziata, e con lei anche questi oggetti:

  • cartoni della pizza sporchi di olio, sugo e mozzarella
  • carta o cartoni sporchi di colla
  • carta da forno
  • carta per alimenti
  • scontrini del supermercato o dei negozi

Raccolta indifferenziata, conclusione

La regola generale è questa: tutto quello che va nella raccolta differenziata, e quindi può essere riciclato, deve essere conferito nei cassonetti ben pulito e soprattutto vuoto da residui di cibo o altri materiali. Tutto quello che non riusciamo a rendere pulito e quello che trovate negli elenchi che vi abbiamo fornito deve essere gettato eslusivamente e tassativamente nei bidoni dell’indifferenziato. Dobbiamo essere costanti e meticolosi se vogliamo un ambiente pulito e sano.

Potrebbe tornarti utile il nostro servizio riciclabolario.it per capire cosa puoi differenziare e cosa no!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *