La norma sulla sanificazione dei campi sportivi in erba sintetica

19 Giu 2020

La norma sulla sanificazione dei campi sportivi in erba sintetica

La norma sulla sanificazione dei campi sportivi in erba sintetica si è resa necessaria grazie ad uno studio fatto su alcuni campi da gioco. Questi costantemente a contatto con agenti atmosferici, saliva e sudore degli atleti, polvere e pulviscolo, si sono rivelati un vero e proprio ricettacolo di germi e batteri che risultavano oggettivamente dannosi per chi li utilizzava.


Più precisamente, questa normativa è frutto di una ricerca svolta dalla dottoressa Cinzia Randazzo- docente di Microbiologia Agroalimentare dell’Università di Catania- che ha fatto emergere la forte presenza nei campi da calcio sintetici di batteri come Escherichia Coli, stafilococchi ed enterococchi.
Da questi risultati la Federazione Italiana Gioco Calcio (FIGC) ha approvato un regolamento che ha reso obbligatorio la sanificazione dei campi sportivi in erba sintetica. 

Noi di Jet Log Group abbiamo quindi deciso di introdurre un nuovo servizio per la sanificazione del manto erboso sintetico. Un processo che deve essere periodicamente per assicurare l’igiene del campo stesso e la salute degli atleti, realizzato attraverso l’uso di macchinari e prodotti appositi certificati e attestati dalla C.I.S.E.A. (Commissione Impianti Sportivi Erba Artificiale) della Lega Nazionale Dilettanti (LND. 
Il servizio di sanificazione dei campi in erba sintetica che offriamo consiste nell’applicazione di detergenti concentrati alcalini, sanificanti, adatti alla pulizia dei manti in erba artificiale che  grazie alla loro particolare composizione agiscono in modo rapido ed efficace sulla superficie.

Vediamo nel dettaglio lo studio che ha portato alla norma sulla sanificazione dei campi sportivi in erba sintetica

La sanificazione dei campi in erba sintetica: lo studio.


Lo studio “dell’effetto battericida di detergenti  alcalini in  impianti  sportivi  in  erba  sintetica”, condotto in convenzione tra l’Università di Catania- coordinato dalla dott.ssa Randazzo- e la ditta Salute in Campo che produce prodotti per lo sport che rispettino l’ambiente, si è reso necessario in quanto in una prima analisi aveva dimostrato la forte presenza di batteri potenzialmente pericolosi sui campi da gioco. 


Vediamo nel dettaglio le due fasi dello studio eseguito.
In prima battuta è stato stimato il grado di contaminazione dei campi sportivi analizzando ben 4 campi diversi presenti nel Comune di Catania, e in seconda battuta è stata eseguita la valutazione dell’effetto sanificante, proprio su quei 4 campi, di uno specifico detergente prodotto da un’azienda per Salute in Campo. 


I risultati dello studio


I campionamenti microbiologici, presi in  periodi  diversi sui quattro campi, hanno permesso di valutare il grado di contaminazione microbica immediatamente dopo il trattamento con  il detergente e dopo un mese dallo stesso.
I risultati hanno dimostrato che il detergente è efficace nell’eliminazione delle presenze microbiologiche nell’erba sintetica, con tempistiche diverse diverse a seconda della concentrazione usata,  e che i vantaggi persistono oltre i 30 giorni.
Visti i risultati, la FIGC ha adottato un regolamento molto stringente sulla sanificazione dei campi artificiali, diventato norma nel dicembre 2018.

Conclusioni


La Figc, con l’approvazione del nuovo regolamento sui campi in erba artificiale, è la prima istituzione sportiva in Europa che ha reso obbligatorio la sanificazione dei campi con prodotti igienizzanti.
Questi appositi prodotti si sono dimostrati efficaci e devono essere attestati dalla Cisea (Commissione impianti sportivi erba artificiale) della Lega Nazionale Dilettanti (Lnd), come lo sono i prodotti da noi utilizzati.
Ora che la norma esiste, la sanificazione dei campi è obbligatoria in tutti i comuni italiani dove si trovano i campetti di erba sintetica: una misura di protezione per assicurare l’igiene in campo per tutti i giocatori.


Se avete bisogno di questo servizio potete contattarci per avere maggiori informazioni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *